Khorr, il dio della guerra di Legacy of Magic

Dal Vangelo di Khorr: “A volte una battaglia decide tutto e, talvolta, la cosa più insignificante decide il destino di una battaglia.”

Khorr è la divinità della guerra, del coraggio e dell’onore, spesso intesi nelle loro forme più estremizzate.

Fra le Sette Divinità, è forse quella a cui sono stati eretti meno templi e altari, poiché Khorr è un dio che impersonifica la battaglia e gli scontri coraggiosi all’ultimo sangue, dunque lo stesso scontro armato è considerato un rito e il campo di battaglia il miglior tempio di questo culto.

Si dice Khorr odi con forza i vili e ami la battaglia sopra ogni cosa, infatti le migliori offerte a questo dio da parte dei fedeli sono le vite degli avversari caduti e il sangue versato in guerra con onore (anche appartenente ai suoi stessi seguaci). Per questo motivo è diventata famosa su Aengard la frase “Non importa a Khorr da dove scorra il sangue”.

Viene descritto in vari modi: da alcuni calvo e con folte sopracciglia, dal viso sbarbato e giovane tipico del guerriero affamato di gloria e sangue, da altri con lunga barba e viso scavato dal tempo e dalle battaglie, occhi profondi di chi conosce il proprio nemico e agisce con esperienza e non soltanto con istinto e speranza; altri ancora lo dipingono privo di volto, una mera essenza che riempie un’armatura indistruttibile.

In qualsiasi sua forma però egli è l’immagine del guerriero e dell’essenza della battaglia: prende ciò che desidera, protegge chi combatte in suo nome, calpesta gli infedeli sotto il peso delle sue armi… il suo culto incoraggia l’utilizzo della forza per prevalere sul nemico, in una sorta di legge del più forte.

Suo simbolo è il martello da guerra. La sua forza, già divina e leggendaria, si dice venga aumentata all’ennesima potenza da due oggetti: il suo martello da guerra, appunto, e un paio di guanti di ferro costruiti da Valekun.

Non ha una razza preferita e i più fanatici vedono manifestazioni della sua volontà persino in eventi apparentemente insignificanti. Khorr è il protettore di qualsiasi guerriero che non tema la morte e che ami la battaglia per amore della conquista, di chi crede nella legge del più forte.

Combattere per denaro viene visto dai fedeli più fanatici al pari di un’offesa, poiché la battaglia dev’essere un omaggio al dio Khorr stesso, il sangue versato un tributo dovuto e l’annientamento del proprio nemico la giusta ricompensa.

Gli adepti di Khorr, infatti, hanno in comune col proprio dio la schietta filosofia del combattimento a viso aperto, preferendo correre a testa bassa direttamente contro i propri nemici in modo da ingaggiarli e sconfiggerli in un combattimento corpo a corpo.

Epiteti con cui è noto:

  • Il Grande Condottiero
  • Colui che va in guerra
  • La Spada della Giustizia
  • Onore Assoluto
Condividi

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti